Intelligenza nella flammatura

La flammatura è il metodo più diffuso di pre- e post- trattamento utilizzato su oggetti tridimensionali per produzioni ad alta cadenza oraria.
Utile ad incrementare la bagnabilità di alcune materie plastiche su cui stampare per renderle ricettive all’inchiostro.
La necessità di effettuare un trattamento superficiale deriva dalla impossibilità di poter stampare alcuni tipi di materiali.
Tale difficoltà è dovuta al fatto che le proprietà chimico-fisiche dell’inchiostro sono diverse dalle carateristiche chimico-fisiche della superficie del materiale da stampare. Una delle differenze più determinanti che rende i due materiali incompatibili è costituita dalla loro diversa tensione superficiale.
L’indice di bagnabilità di un solido è determinato dalla tensione superficiale che, se resa maggiore a quella dell’inchiostro, ne favorirà l’adesione alla superficie. Ogni materiale ha una propria tensione superficiale misurabile in dynes (mN). Quindi si ottiene una buona adesione dell’inchiostro sul materiale da stampare solo quando il materiale ha una tensione superficiale superiore a quella dell’inchiostro. Nel caso di utilizzo di inchiostri a base solvente, i più utilizzati in tampografia, la tensione superficiale del materiale da stampare deve essere di almeno di 40 dynes/cm.

Alcuni materiali, come il polietilene (PE) e il polipropilene (PP), poiché possiedono una bassa tensione superficiale (circa 30 dynes/cm), necessitano di un pre-trattamento che corregga la bagnabilità della loro superficie e garantisca una buona adesione dell’inchiostro.

TOSH offre un kit per la misurazione della tensione superficiale di un materiale.

Con il pre-trattamento si modifica chimicamente e fisicamente la superficie del materiale per aumentare la sua bagnabilità.
La bagnabilità è la capacità di un liquido di stendersi completamente su una superficie piana e orizzontale di un solido. La bagnabilità è migliore quando l’angolo di contatto (a) del liquido sulla superficie è prossimo a 0° e il liquido risulta completamente disteso.
Al contrario, una scarsa bagnabilità, produce un angolo di contatto piu vicino a 180° e il liquido si divide in tante goccioline.
La flammatura, oltre ad aumentare la tensione superficiale, provvede anche all’eventuale rimozione di impurità che ostacolano l’adesione tra l’inchiostro e la superficie del materiale.
La flammatura è anche utilizzata come post-trattamento su materiali come le resine acetaliche (Hostaform, Derlin, ecc…) per far ancorare l’inchiostro.
TOSH propone come standard di produzione:

Gruppo di flammatura composto da un set di componenti da posizionare su sistemi di convogliamento pezzi (es. tavole rotanti, convogliatori…) per effettuare il pre-trattamento in linea.
Unità di flammatura mod. FTU 02 per effettuare il pre-trattamento fuori linea.
Su specifica richiesta TOSH inoltre realizza anche unità di flammatura per applicazioni speciali.

Depliant flammatura (PDF)

Share Post :

Altre Notizie

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web - We are using cookies on our website

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente conferma di aver preso visione della nostra privacy policy e acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Visualizza la privacy policy.

L’utente acconsente al trattamento dei propri dati personali. “OK”

By continuing to use this site you confirm that you have read our privacy policy and consent to the use of cookies on your browser as described in our cookie policy unless you have disabled them. You can change your cookie settings in your browser at any time but parts of our site will not function correctly without them. Open privacy policy.

You consent to the processing of your personal data. “OK”