Accessori per pre-trattare

Per aumentare la tensione superficiale di un materiale.
Per eliminare cariche elettrostatiche.
TOSH propone i più comuni tipi di pre-trattamento:

  • chimico (con utilizzo di primer)
  • flammatura
  • effetto corona

Ogni materiale ha una propria tensione superficiale, misurabile in DYNES (mN).
Si riesce ad ottenee una buona adesione dell’inchiostro sul materiale da stampare, quando il materiale ha una tensione superficiale superiore a quella dell’inchiostro. Nel caso di utilizzo di inchiostri a base solvente, i più utilizzati in tampografia, la tensione superficiale del supporto da stampare deve essere di almeno 40 dynes/cm. Alcune materie plastiche, come ad esempio il PE (polietilene) e il PP (polipropilene), che hanno una tensione superficiale di circa 30-32 dynes/cm, necessitano di un pre-trattamento che aumenti la tensione superficiale del materiale. Con il pre-trattamento si modifica chimicamente e fisicamente la superficie del materiale, aumentando così il suo bagnabilità.

Un altro aspetto importante nel pre-trattamento superficiale è la neutralizzazione delle cariche elettrostatiche.
In determinate condizioni ambientali su alcune materie plastiche si possono creare cariche elettrostatiche, che attirano sulla superficie polvere e sporcizia, caricando di conseguenza anche il tampone, compromettendo la qualità di stampa. TOSH propone diversi dispositivi modulari di eliminazione cariche elettrostatiche.